Diamo un’occhiata ad alcuni sintomi che potrebbero presentarsi durante una dieta di transizione al crudismo.

Alcuni di questi sintomi possono comparire semplicemente passando da una dieta crudista tradizionale, ad alto contenuto di grassi, a una dieta crudista povera di grassi, come quella che propongo.

Analizziamo questi sintomi uno alla volta, cercando di comprenderli e capire cosa fare, se c’è la possibilità di fare qualcosa.

 

Dormire di più

Se ti ritrovi ad avere più sonno durante la transizione a una dieta crudista povera di grassi, probabilmente si tratta della normale risposta del corpo in seguito all’eliminazione di molti stimolanti. In altre parole, devi saldare il debito di sonno che non ti eri nemmeno accorto di avere.

Assicurati di non mangiare troppi cibi grassi come noci e semi. Analizza la tua dieta e assicurati di non superare il 10% di grassi sul totale del tuo fabbisogno calorico.

Se stai seguendo già questo accorgimento e hai ancora molto sonno, dormi più che puoi, anche 10-12 ore al giorno se necessario. Dopo un mese o due ti ristabilizzerai, tornando ai tuoi livelli di sonno normali.

Ricorda anche che se aumenti la tua quantità di esercizio fisico giornaliero, avrai bisogno di dormire di più.

 

Dormire meno (insonnia)

Un problema opposto, piuttosto comune durante la transizione, è quello di soffrire di una leggera insonnia.

Ti consiglio sempre di seguire il tuo organismo e di non forzarti a dormire di più, se non ne hai bisogno.

Se sei molto stanco perché non sei in grado di riposare abbastanza la notte e non ti addormenti, ti suggerisco di provare questi suggerimenti:

  • Assicurati di mangiare abbastanza calorie. Mangiare poco può causare insonnia
  • Evita gli stimolanti, anche quelli leggeri, come l’aceto o le spezie.

Dalla mia esperienza quest’insonnia leggera può essere anche causata da un recupero muscolare. Ad esempio, se non hai fatto esercizio fisico per un po’ di tempo e di colpo inizi ad andare in palestra a fare pesi, potresti avere dei problemi ad addormentarti a causa del recente stress a cui stai sottoponendo il tuo organismo. Procedi dunque con calma.

 

Depressione

Generalmente, una leggera depressione dopo un cambio di dieta può essere causata dall’aver smesso di assumere alcuni stimolanti, come il caffè o l’alcol.

Assicurati di non fare errori nella dieta di transizione e la depressione passerà in fretta.

Se non ti senti meglio dopo una settimana o due, può significare che ti stai depurando da qualche altra cosa (emotivamente).

 

Costipazione

Durante la transizione a una dieta crudista povera di grassi, alcuni individui potrebbero sperimentare un’ostinata costipazione  E’ piuttosto comune.

Se ti succede, il miglior consiglio che posso darti è quello che dava il dr. Shelton a tutti i suoi pazienti:

“Fai il tuo lavoro e lascia che il tuo intestino faccia il suo”.

In altre parole, lascia stare l’intestino e non provare a velocizzare il processo con un clistere, un lassativo o un’idrocolonterapia.

Ho conosciuto poche persone costipate dopo essere passate a una dieta a base di frutta. In un solo caso questa condizione è durata oltre i 10 giorni.

Dissi loro di essere pazienti, e in tutti i casi la costipazione si risolse da sola.

Contrariamente alle credenze comuni, la costipazione non ha mai ucciso nessuno. Se provi a intervenire con un lassativo o un clistere, creerai solo un problema più grande nel tuo intestino.

 

Mal di testa

I mal di testa sono generalmente causati dall’interruzione drastica di alcuni stimolanti, come la caffeina. Anche un importante cambio di dieta, ad ogni modo, può causare il mal di testa.

Se si tratta di un mal di testa leggero, riposa più che puoi, bevi molta acqua e mantieni il programma di transizione. Andrà via presto.

Se il dolore è intollerabile, puoi anche prendere un antidolorifico, come l’aspirina. Una dovrebbe bastare. Se mantieni la dieta, il mal di testa non tornerà.

 

Bassa energia

transizione al crudismoQuesto sintomo è piuttosto normale in una dieta di transizione, a meno che non duri più di due settimane.

Se accusi continuamente stanchezza per un periodo più lungo di due settimane, potrebbe essere per questi motivi:

  • Non stai consumando abbastanza cibo. Misura le calorie e assicurati di mangiare a sufficienza.
  • Stai consumando troppi grassi. Fai il calcolo inserendo tutti i tuoi pasti su www.fitday.com (in inglese) e assicurati che i grassi non superino il 10% del tuo fabbisogno calorico.

 

Tentazioni

Ci sono due tipi di tentazioni. La prima è una tentazione leggera, psicologica, durante la quale sei fisicamente soddisfatto, ma la tua mente immagina certi cibi e tu inizi ad essere tentato dal mangiare qualcosa di diverso.

Questo è totalmente fisiologico e perfettamente normale, dopo decenni di abitudini a mangiare in un certo modo.

Prossimamente, nel nostro sito, ti daremo un sacco di strategie su come vincere questi aspetti psicologici nella dieta di transizione.

Il secondo tipo di tentazione è molto più forte, ed è il desiderio fisico di mangiare praticamente qualsiasi cosa. Quest’ultimo non se ne andrà via facilmente.

Solitamente questo significa che non stai consumando  calorie a sufficienza o in giusta proporzione (ad esempio troppi grassi e pochi carboidrati).

Se sei tentato da carboidrati cotti come le patate, il pane e la pasta, significa che non stai assumendo abbastanza carboidrati.

Se le tentazioni sono molto forti verso cibi pesanti, grassi e ricchi di proteine, come hamburger, pollo o qualsiasi altra cosa di questo tipo, significa che sei seriamente malnutrito e stai mangiando troppo poco. Devi iniziare a contare le calorie e assicurarti di mangiare a sufficienza.

 

Comments

commenti

Iscriviti e Ricevi Omaggi e Nuovi Articoli

crudo e salute omaggi

Grazie! Controlla la tua email!

LASCIA LA TUA EMAIL

Ricevi i 10 Errori Insospettabili nella Dieta Crudista

Grazie! Il PDF è in arrivo, controlla la tua email.

Share This