Sei confuso per quanto riguarda la dieta crudista?

Dieta Crudista, ConfusioneUno dei peggiori ostacoli per avere successo nella dieta crudista (e nella vita in generale) è la confusione.

La confusione è quello che chiamo un “nemico silenzioso”, perché è molto subdola e insidiosa.

La confusione e l’insicurezza si fanno strada nella tua mente, avviando una catena di pensieri che alla fine conducono al fallimento.

Perciò parliamone apertamente, cercando di trovare alcune strategie per fronteggiare questo problema e assicurarsi il successo nella dieta crudista.

Anzitutto, cominciamo con un concetto fondamentale: l’area in cui abbiamo maggior potere nella nostra vita sono i nostri pensieri.

Vorrei che riflettessi su questo, per un momento.

Tutte le cose prodotte dall’uomo che vedi attorno a te sono il risultato dei pensieri di qualcuno:

–       automobili

–       edifici

–       finestre

–       computers

–       ecc.

Tutto ciò che creiamo nelle nostre vite comincia da un semplice pensiero. Anche ciò che distruggiamo e i nostri fallimenti cominciano con un pensiero.

L’informazione più preziosa nella mia vita riguardo il successo l’ho ricevuta quando qualcuno mi ha detto: “la ragione principale per cui le persone falliscono è costituita dai pensieri che essi ospitano nella propria mente”.

E l’informazione più preziosa riguardo la dieta crudista l’ho ricevuta cominciando ad applicare alla dieta il principio appena descritto.

Naturalmente, ci sono anche altri fattori importanti, ad esempio reperire le giuste informazioni.

Ma mettiamo che tu abbia già tutte le informazioni che ti servono per avere successo con la dieta crudista, essere al massimo della forma, ottenere un’ottima salute e raggiungere il tuo massimo potenziale nella vita.

Se questo è il caso, allora perché non hai il livello di benessere, successo, salute che desideri? Forse, continui a incontrare ostacoli e a fare passi avanti e indietro?

Credo che questo sia dovuto ai pensieri che ospiti nella tua coscienza.

La cosa bella è che devi solo cominciare a prenderne consapevolezza, per poterli controllare.

Ora affrontiamo il tema della confusione e dell’incertezza, per poi passare ad alcune strategie specifiche da applicare alla dieta crudista.

 

Fonti di confusione

Trovo che una delle maggiori ragioni di confusione e dubbio, che porta le persone a provare ogni genere di dieta senza trovarne mai una che funzioni, sia la contraddittorietà delle informazioni.

Ad esempio, mettiamo che tu abbia letto i miei libri, quelli del dr. Graham e di altri autori igienisti e che, attraverso la tua esperienza e il ragionamento, tu sia giunto alla conclusione che una dieta crudista vegana a basso contenuto di grassi, associata a un buon programma di esercizi, sia il miglior investimento che puoi fare per raggiungere i livelli di salute che hai sempre desiderato.

Ma un giorno, ad esempio, leggi un articolo o un libro di un autore che fa affermazioni diametralmente opposte rispetto alle tue conclusioni.

L’autore in questione può sembrarti molto sano e convincente nei suoi ragionamenti, così ora ti trovi nel dubbio. Ti senti confuso e non sai più dove stia la verità.

E se quell’autore avesse ragione? E se tu avessi sbagliato strada?

E se tu avessi preso questa faccenda del crudismo troppo seriamente, e avessi bisogno piuttosto di trovare una via di mezzo più adatta a te?

Tutti questi pensieri cominciano a insinuarsi nella tua mente, improvvisamente trovi delle buoni ragioni per provare l’altro programma.

Ma, un mese più tardi, leggi qualcos’altro che contraddice anche le ultime informazioni che ritenevi vere. Che cosa fai?

Quando succede, alcune persone si disperano. Altre lasciano stare tutto e tornano semplicemente a una dieta convenzionale.

Altre ancora tentano di mettere assieme pezzi e bocconi di sistemi differenti e contraddittori, creando un minestrone che non dà loro i risultati che desiderano, ma che in qualche modo “funziona”, almeno momentaneamente.

Questo succede regolarmente. Ogni volta che qualcuno con un certo tipo di autorità fa un’affermazione che contraddice ciò che le persone credono (ma non hanno ancora pienamente integrato nella propria vita), comincia la confusione.

E questa confusione genera un’ inevitabile catena di pensieri che portano al fallimento.

Come mai siamo tanto deboli e influenzabili da non riuscire semplicemente a prendere in considerazione diverse opzioni, scegliere la migliore e poi attenerci ad essa nel lungo tempo?

 

Credi a ogni nuovo guru che si presenta?

Farò un esempio concreto, in modo da mettere questa discussione in prospettiva.

C’è un uomo in California che promuove una dieta a base di prodotti animali crudi: mangia carne, fegato, miele, latte e perfino pollo crudo, con piccole quantità di frutta e verdura.

Egli sostiene di essere guarito dal cancro mangiando in questo modo, e ha scritto un libro che parla di questo.

Molte persone sono venute a chiedermi di quest’uomo, negli ultimi 10 anni.

Mi dicono: “Come può essere vero ciò che dici a proposito della tua dieta a base di frutta, quando questo signore afferma l’esatto contrario, e sembra stare davvero bene grazie alla sua dieta?”

Le persone che mi fanno questo genere di domande solitamente si trovano in una “modalità di ricerca” (non c’è niente di male) e sono molto confuse riguardo l’alimentazione.

Sfortunatamente, esse fanno ingenuamente alcune supposizioni fatali. Prendiamole in esame una ad una.

 

Presuppongono un’ errata relazione di causa-effetto

La prima supposizione errata che fanno riguarda la relazione causa-effetto. Presuppongono cioè che l’autore sia guarito perché ha cominciato a mangiare determinati cibi.

In realtà, la guarigione si verifica per lo più quando certi cibi vengono tolti dalla dieta.

Ecco perché molte diete sembrano funzionare, nonostante promuovano cibi differenti: rimuovono un numero di alimenti dannosi sufficiente a innescare dei cambiamenti positivi.

Molte diete escludono o riducono i cereali, i prodotti cotti o i prodotti di origine animale.

E’ possibile che qualcuno migliori radicalmente la propria salute semplicemente rimuovendo alcune categorie di cibi, senza diventare crudista e vegano al 100%.

Oltre al cibo, è probabile inoltre che i soggetti in questione abbiano fatto molti altri cambiamenti importanti, ad esempio:

–       eliminare droghe e farmaci

–       fare esercizio fisico

–       vivere in un ambiente più pulito

–       cambiare le proprie relazioni

–       migliorare il proprio stato mentale.

Tutti questi cambiamenti e molti altri ancora possono influire radicalmente sulla salute. Questo però non significa che i cibi animali crudi (o qualsiasi altra cosa) costituiscano il fattore che determina la guarigione!

 

Presuppongono che l’autore dica la verità.

Sono sorpreso che così tante persone pensino che, se qualcuno scrive un libro, debba necessariamente essere sincero riguardo la propria storia.

Già nei primi anni del mio coinvolgimento nel movimento crudista, ho constatato come molti autori mentano ripetutamente, ammettendolo apertamente in privato.

A proposito dell’autore sopramenzionato, ricordo chiaramente alcune fastidiose discrepanze in alcune delle sue affermazioni.

Ricordo di averlo visto dal vivo nel corso di una presentazione, di aver letto una sua intervista in una rivista, e di aver letto il suo libro.

In ognuna di queste occasioni, le cifre da lui fornite circa un elemento della sua storia di guarigione erano completamente differenti!

Perciò non presupporre che, se qualcuno ha scritto un libro, sia necessariamente sincero. Potrebbe aver esagerato o alterato i fatti in modo da adattarli alla storia.

 

Presuppongono che l’auto-diagnosi dell’autore sia corretta.

Quante persone hanno scoperto la “cura” per il cancro e hanno pubblicato un libro a riguardo?

Tuttavia, scavando un po’ più a fondo, spesso la loro diagnosi di cancro risulta molto dubbia.

Ad esempio, uno dei libri di salute naturale più popolari è “Disintossicarsi con la cura dell’uva” di Johanna Brandt.

Nel libro l’autrice dichiara di essersi curata dal cancro con una dieta a base di uva, più altri protocolli.

Come emerge in seguito, però, il suo “cancro” era auto-diagnosticato! E’ possibile che ella non avesse alcun cancro, tanto per cominciare!

Spesso certi autori esagerano i fatti allo scopo di rendere la propria storia più drammatica.

 

Presuppongono che, se un autore ha un bell’aspetto, sia in buona salute.

Molte persone fanno coincidere l’aspetto fisico con lo stato di salute, pensando che, se una persona ha un bell’aspetto, debba anche essere in buona salute.

Dimenticano però che la salute ha a che fare col raggiungimento del proprio massimo potenziale, e che le sue manifestazioni variano molto da una persona all’altra, ma per lo più non sono visibili a occhio nudo.

Alcune persone hanno un bell’aspetto, ma non sono sane. L’aspetto non è una buona garanzia!

Alcuni segnali non mentono:

–       lo stato della pelle

–       l’alito e l’odore corporeo

–       il livello di forma fisica

–       ecc.

Tuttavia, non presupporre che, se qualcuno ha un ottimo aspetto, sia necessariamente sano dentro.

 

Affermazioni fallimentari

Oltre agli autori che promuovono una dieta completamente opposta a quella crudista vegana, puoi trovare anche all’interno del movimento crudista stesso persone contente di raccontare come la dieta crudista sia stata per loro fallimentare.

Alcune di esse potrebbero anche essere piuttosto influenti, attraverso un blog o un sito internet molto frequentato.

Lascerai che la confusione e il dubbio ti assalgano, leggendo queste testimonianze?

Quando qualcuno afferma che la dieta crudista vegana a basso contenuto di grassi non ha funzionato, considera i seguenti aspetti:

Ha seguito davvero il programma?

Conosco molte persone che affermano che la dieta crudista vegana non funziona, senza averla mai davvero praticata correttamente.

Ad un certo punto, io stesso mi ero quasi convinto che non potesse funzionare, e cercavo ogni genere di prova a sostegno di questa convinzione.

Il problema era che non avevo mai messo in pratica la dieta correttamente per un periodo di tempo abbastanza lungo. Stavo semplicemente cercando delle scuse per il mio fallimento.

A meno che non fornisca dettagliate spiegazioni, è probabile che una persona che fa questo tipo di affermazioni non abbia seguito davvero il programma in questione.

E anche se afferma di averlo seguito, come ho già detto, l’omissione della verità fa parte della natura umana.

Come ha detto il dr. Spock “non una bugia, ma un’omissione” (è la prima volta che cito Star Trek)!

E’ possibile che i suoi sintomi siano causati da qualcos’altro?

La dieta crudista vegana non è in sè una garanzia di salute perfetta. Ci sono innumerevoli malattie causate da innumerevoli cause che non hanno niente a che fare con la dieta.

Una persona potrebbe seguire un programma perfetto, e tuttavia ammalarsi. La possibilità è molto più bassa, ma comunque esiste.

Credo che comunque convenga dotarsi di tutte le migliori opportunità. Anche se una condizione di salute non può essere risolta al 100% attraverso la dieta e l’esercizio, può comunque migliorare molto, o semplicemente non peggiorare.

Se un famoso guru crudista morisse di una particolare malattia, non sarebbe una ragione sufficiente per mettere in discussione il suo programma, specialmente se si tratta di un caso isolato.

Se qualcuno afferma che la dieta crudista vegana non funziona perché è insorto / non si è risolto un determinato problema, cosa significa?

Non significa certo che quel problema è causato dalla dieta crudista vegana, né che esso possa essere risolto solamente attraverso la dieta.

 

Chi si lamenta ha la voce più forte

Internet dà voce a tutti, ma ha la tendenza ad amplificare soprattutto la voce di chi si lamenta.

Se ti senti sdegnato per qualcosa, è molto facile diffondere le tue opinioni online.

Questa può essere una cosa positiva, ma significa anche che le persone negative e che hanno la tendenza a lagnarsi hanno molta più voce di prima.

Negli ultimi 10 anni ho viaggiato in tutto il mondo, incontrando migliaia di persone che, a qualche punto della propria vita, hanno seguito la dieta crudista.

Ho riscontrato che le persone con più salute e successo sono per lo più persone tranquille, non interessate a ottenere qualche tipo di visibilità.

Ci sono tantissime persone che stanno ottenendo risultati straordinari con la dieta crudista vegana. La maggior parte di esse non scriverà mai un libro né diventerà mai un “guru” del movimento.

Perciò, quando qualcuno mi chiede “perché non ci sono crudisti ultracentenari?”, rispondo “ci sono: semplicemente non ne hai mai sentito parlare”.

Invece, tendiamo a sentire maggiormente la voce di coloro che esprimono opinioni negative o che parlano della propria brutta esperienza, o di chi propone qualche integratore come la soluzione a tutti i problemi.

 

Motivi di confusione

Credo che ci siano alcune ragioni di base per cui le persone entrano in confusione quando vengono a contatto con informazioni contraddittorie nell’ambito della salute naturale.

Ragione n.1: mancanza di principi di base

La prima ragione per cui le persone entrano in confusione riguardo la salute e l’alimentazione è che non agiscono a partire da alcuni fondamentali principi di base.

Al contrario, raccolgono pezzi e bocconi di informazioni qua e là, senza riuscire mai a organizzarle in un sistema coerente.

E’ ormai facile per me intuire il contenuto di un nuovo libro sulla salute che presenti una nuova, “rivoluzionaria” teoria.

Solitamente, questi libri sono un po’ tutti uguali. L’errore fondamentale è che adottano il punto di vista della Cura (lo stesso adottato dalla medicina occidentale), piuttosto che quello della Salute.

La maggior parte dei libri sulla salute – che lo ammettano o no – seguono semplicemente il medesimo sentiero della medicina occidentale, volta a eliminare i sintomi, anziché affrontare le cause della malattia.

Questo è il loro difetto fondamentale.

Ed è molto facile da individuare, una volta compresi i principi di base dell’igiene naturale e della salute.

Ragione n.2: il rifiuto di scegliere una filosofia e di metterla in pratica

Un’altra grande ragione di confusione è che la maggior parte delle persone mescola assieme pezzi di filosofie contraddittorie.

Credo sia una cosa positiva imparare da insegnanti diversi, beneficiando delle intuizioni di ognuno. Infatti, ogni persona ha qualcosa di unico da dare.

Tuttavia, non dovresti cercare di mescolare assieme sistemi e filosofie differenti che si contraddicono tra loro. Scegli invece quella che ha più senso per te, e impegnati davvero a metterla in pratica nella tua vita.

Anni fa, ho rifiutato il punto di vista della naturopatia per adottare quello dell’igiene naturale, poiché era la filosofia che per me aveva più senso.

Posso ancora andare a una conferenza di qualche famoso autore crudista, ricevendo intuizioni e informazioni utili.

Ma, generalmente, queste ed altre persone sono in disaccordo con alcuni dei principi fondamentali che considero essenziali per una buona salute.

Perciò non cerco di seguire il loro approccio o di mescolarlo al mio, poiché so che questo mi porterebbe solo alla confusione e al fallimento.

Ecco alcuni esempi di questi “errori” e differenze fondamentali:

  • l’uso dei cibi come “medicine”. L’igiene naturale fondamentalmente rifiuta l’idea di usare determinati cibi per curare specifiche malattie;
  • la “paura” della frutta. Molte correnti della naturopatia non riconoscono la frutta come l’alimento più importante della dieta, al contrario svilendolo in ogni modo possibile;
  • l’uso di stimolanti: certi cibi vengono promossi senza comprendere la loro vera natura di stimolanti che rubano energia.

Ragione n.3: l’inconscio desiderio di fallire

Questa potrebbe essere proprio la ragione principale della confusione: non vogliamo realmente scoprire la verità perché abbiamo paura del successo.

Inconsciamente, desideriamo fallire.

So come funziona perché l’ho vissuto diverse volte.

Va perfettamente bene decidere di mangiare certi cibi o fare certe cose perché ammettiamo apertamente di non essere pronti al cambiamento.

Ma, poiché questa attitudine richiede una buona dose di consapevolezza e conoscenza di sé stessi, la maggior parte delle persone tende a giustificarsi in un modo o nell’altro.

Preferiscono pensare che la dieta abbia fallito, anziché di aver fallito loro stessi. Perciò troveranno ogni genere di prova che lo dimostri.

 

Comments

commenti

Iscriviti e Ricevi Omaggi e Nuovi Articoli

crudo e salute omaggi

Grazie! Controlla la tua email!

LASCIA LA TUA EMAIL

Ricevi i 10 Errori Insospettabili nella Dieta Crudista

Grazie! Il PDF è in arrivo, controlla la tua email.

Share This