Questo articolo mi creerà qualche nemico, ma credo fermamente che il 99% degli integratori e dei “supercibi” sul mercato sia un assoluto spreco di soldi.

Ormai ovunque si trovano offerte del miglior integratore per la bellezza della pelle o del nuovo rivoluzionario supercibo.

Come sarebbe, però, se ti dicessi qualcosa di scioccante, ma anche molto semplice?

Non esiste alcun “cibo” in bottiglia, fatto in laboratorio o venduto sottoforma di polvere, che possa essere comparabile, in termini di supernutrizione, alla frutta e alla verdura fresca.

Invece, quasi ogni giorno ricevo una email che dice: “che cosa ne pensi di ______ ? (da riempire col supercibo del momento). Poiché richiederebbe una vita intera recensire ogni prodotto presente sul mercato, vediamo alcuni tra i più famosi integratori e supercibi che a mia opinione sono un assoluto spreco di denaro.

 

Supercibo N°1: Polveri verdi

Quasi tutte le aziende di integratori alimentari hanno la loro varietà di polveri verdi. Solitamente è una polvere fatta di erba essiccata, succo di erba essiccata o altri vegetali essiccati, con, spesso, un’aggiunta di alghe. Queste polveri verdi dovrebbero rendere il corpo più alcalino e fornirti il nutrimento che, a causa di una dieta “povera”, non puoi avere.supercibo-polveri verdi

Direi piuttosto che le polveri verdi non sono un cibo degno di questo nome. Posso capire che coltivare erba, polverizzarla e fare un sacco di soldi vendendola come il miglior integratore possa essere soddisfacente, ma chi ne fa le spese sono sempre i consumatori. Anche se si chiama erba di grano, è pur sempre erba.

Una polvere di verdure o alghe non potrà mai essere comparabile per valore nutrizionale alla verdura fresca, anche se questa verdura non fosse biologica.

I supercibi veri sono le verdure a foglia verde scuro come gli spinaci, la lattuga romana, il cavolo nero, etc.

Utilizzando i frullati verdi, fatti con frutta e verdura fresca, tutti possono avere una nutrizione superiore in pochi minuti al giorno (annientando immediatamente la scusa di non avere abbastanza tempo per mangiare bene).

I frullati verdi e la verdura fresca in generale rendono praticamente ridicole queste polveri verdi.

 

Supercibo N°2: Proteine in polvere

Un altro prodotto preferito da tutte le industrie di integratori è la proteina in polvere, in tutte le sue forme. Esistono le super raffinate proteine della soia, le proteine del grano, del riso e, ultimamente, anche le meno raffinate proteine della canapa.

supercibo-proteinepolvereL’idea è comunque sempre la stessa: per qualche motivo, non importa quanto cibo mangi, c’è sempre la possibilità che tu non stia assumendo proteine a sufficienza, quindi dovresti consumarne di concentrate sottoforma di polvere.

Quest’idea è specialmente diffusa tra i body builders o tra i frequentatori di palestre. E’ interessante notare che a partire dalle “palestre” dell’antica grecia di 2500 anni fa, fino all’età dei gladiatori e agli atleti moderni, gli uomini e le donne di tutti i tempi sono sempre stati in grado di costruire dei corpi magnifici mangiando niente più che cibi molto semplici, senza l’uso di proteine in polvere.

Questo è il classico esempio di come è possibile vendere un prodotto creando prima un problema che non esiste.

I libri di nutrizione insegnano che puoi ottenere tutte le proteine di cui hai bisogno se consumi abbastanza calorie dal cibo integrale, anche se  mangi solo frutta e verdura.

 

Supercibo N° 3: Il succo di Noni

succo di noniQuesta discussione mi porterebbe a dover coprire ogni possibile integratore o supercibo presente al mondo, ma credo che tu stia iniziando a capire come la penso.

Finirò l’esempio con un supercibo chiamato noni e venduto come “succo di noni”.

Il noni è un frutto utilizzato da secoli in Polinesia per le sue proprietà medicinali. C’è però poca ricerca scientifica che dimostri l’evidenza a supporto di queste proprietà.

Quando visitai Tahiti, qualche inverno fa, mi trovavo nella piccola isola di Huahine e ebbi l’occasione di provare il vero succo di noni, offertomi da una coppia locale di tahitiani che produceva il succo dal proprio  albero.

Devo dire che il noni ha il sapore più disgustoso e orribile che abbia mai sperimentato in tutta la mia vita.

Ovviamente il noni non è un cibo naturale per gli umani, poiché nessuno vorrebbe consumarlo se non credesse che abbia delle proprietà medicinali.

I miei amici di Tahiti mi spiegarono come fanno il succo di noni: mettono tutti questi frutti puzzolenti in un barattolo, lasciandoli fermentare per diversi giorni. Quello che poi bevono è  il succo fermentato che, trasudando dai frutti, si forma sul fondo del barattolo.

Le aziende americane hanno avuto la grande idea di aggiungere lo zucchero a questo tradizionale rimedio Tahitiano, e di crearci attorno una storia fantastica, supportata da dubbiose prove scientifiche, ricavandoci così milioni di dollari vendendolo a creduloni.

Ascolta attentamente:

E’ completamente assurdo pensare che un cibo possa essere il rimedio universale per tutte le malattie. Abbiamo bisogno di nutrienti da diverse fonti e la natura non è così capricciosa da metterli tutti in un solo posto.

Siamo fatti per mangiare frutta e verdura fresca, bere acqua pura e avere uno stile di vita sano, con molto esercizio fisico, relazioni salutari e pensieri positivi.

Tutto il resto è marketing e pubblicità.

Certamente sei libero di credere ciò che vuoi, riguardo al succo di noni o altri supercibi presenti sul mercato, ma fai un favore a te stesso e prendi la decisione di provare ciò che lo studio e l’esperienza dell’igiene naturale hanno portato, grazie ad una dieta basata su veri cibi crudi.

 

Comments

commenti

Iscriviti e Ricevi Omaggi e Nuovi Articoli

crudo e salute omaggi

Grazie! Controlla la tua email!

LASCIA LA TUA EMAIL

Ricevi i 10 Errori Insospettabili nella Dieta Crudista

Grazie! Il PDF è in arrivo, controlla la tua email.

Share This