Guardiamo in faccia la realtà: una dieta crudista con un sacco di frutta e verdura fresca, costa di più che mangiare solo riso, fagioli e patate. Con il costo di acquistare biologico e l’enorme quantità di frutta e verdura fresca necessaria a nutrirsi adeguatamente, non c’è da meravigliarsi che molte persone trovino questa dieta un po’ costosa.

Ad ogni modo, se guardiamo le cose nella  giusta prospettiva, mangiare crudista non è più caro di una qualsiasi altra dieta “salutare” che preveda qualche cena fuori, bere del buon vino e comprare qualche ingrediente speciale. Quella crudista comunque non è una dieta economica, a meno che tu non viva in un paese tropicale dove frutta e verdura sono sempre disponibili a basso costo.

La buona notizia è che puoi ridurre drammaticamente il costo della spesa seguendo i semplici trucchi che sto per mostrarti in questo articolo.

 

Come acquistare biologico al prezzo giusto

Tutti sappiamo che acquistare biologico è una delle cose che possiamo fare per limitare l’esposizione ai pesticidi e aiutare l’ambiente. Ad ogni modo, poiché il biologico di solito costa molto di più, la maggior parte delle persone non possono ancora permetterselo.

E se ti dicessi che puoi acquistare biologico allo stesso prezzo di acquisto del tuo negozio salutista di fiducia, o addirittura a meno?

Il segreto per spendere meno e allo stesso tempo avere accesso a cibo di alta qualità è comprare biologico in grandi quantità ed eliminare il superfluo.

Facendo così risparmierai almeno il 30% sulla tua spesa sul cibo, se non di più.

Compra a cassette

acquistare biologicoQuando mangi principalmente o totalmente crudista non puoi più comprare il cibo allo stesso modo della maggior parte delle persone, tipo comprare un sacchetto di mele e qualche banana alla volta. Dovresti smettere di fare la spesa così e acquistare il cibo biologico a cassette.

Prima di tutto, chiariamo che non sprecherai nulla acquistando frutta e verdura in questo modo. Una famiglia crudista ti direbbe che consuma una cassetta di frutta per volta, e anche persone singole come me consumano le cassette di cibo piuttosto rapidamente.

Secondo, è molto più economico comprare a cassette. Quando compro banane biologiche a cassette, riesco ad ottenere lo stesso prezzo che ottiene il negozio bio dal grossista, che è il prezzo più basso possibile. Quindi, invece che spendere 2.50 € al kilo per le banane bio, pago circa 1.25 € al kilo.

Tutto è più economico, comprando in questo modo, e un altro vantaggio è quello di avere sempre un sacco di cibo a disposizione. Una delle ragioni principali per cui la gente fallisce nel crudismo è che non mangia abbastanza frutta. A causa di queste privazioni, molti finiscono così col mangiare cibo spazzatura.

Trova un distributore

Per comprare cibo a cassette, devi trovare un distributore o una cooperativa. Distributori e cooperative sono diverse da città a città, ma il processo è sempre lo stesso.

Probabilmente dovrai recarti nella grande città più vicina per acquistare direttamente da loro, ma, come ho sperimentato, comprando in grandi quantità sprecherai meno tempo rispetto ad andare e tornare dai negozi 3 o 4 volte alla settimana.

Io vivo in una piccola cittadina canadese e, circa una volta alla settimana (o meno), mi reco nella città più vicina per fare scorta di cibo.

Distributori di cibo biologico

Il primo tipo di distributori che dovresti cercare sono i distributori di cibi biologici. Solitamente sono le aziende da cui i negozi salutisti si riforniscono per vendere ai loro clienti.

Per esempio, nella zona di Montreal dove vivo (e nel Quebec in generale), il principale grossista di cibo biologico si chiama Distribue-Vie. In altre città, così come anche in Italia, ci sono altri distributori, ma l’idea è la stessa.

Puoi aprire un rapporto continuativo con loro tagliando i costi degli intermediari. Per esempio, il principale distributore mi mandava la lista dei prezzi una volta alla settimana via email; rispondevo col mio ordine, che veniva preparato, e andavo quindi a ritirarlo. Potevo acquistare biologico, una cassetta o anche mezza alla volta.

La cosa bella è che quando acquisti in grosse quantità – per un minimo di un centinaio di euro, solitamente – ti spediscono a casa l’ordine. Se non raggiungi invece il limite minimo di acquisto, quello che devi fare è metterti d’accordo con altre persone e famiglie vicine che vogliono acquistare cibo biologico in grosse quantità.

Per trovare questi distributori nella tua area, puoi cercare nelle pagine gialle o chiedere direttamente alle persone che lavorano nei negozi salutisti chi sono i loro distributori. Puoi dire che vuoi avviare una cooperativa, che non è tanto lontano dalla verità :). Poi contattali e chiedi loro che cosa devi fare per avviare un rapporto continuativo.

I mercati all’ingrosso

Nella maggior parte delle città dovrai “integrare” la tua spesa con della frutta e verdura commerciale, poiché non c’è sempre una grande varietà di cibi biologici.

Il modo migliore per avere cibo di qualità a basso prezzo è sicuramente quello di recarsi nei mercati all’ingrosso che vendono direttamente. Questi venditori sono di solito vicini l’un l’altro nelle aree dove si svolgono i mercati. Essi vendono sia ai ristoranti che ai singoli individui e possono venderti cassette ad un ottimo prezzo.

Ad esempio a Montreal vicino al mercato di Jean-Talon ci sono diversi mercati all’ingrosso di questo tipo. Di solito vado in un posto chiamato Leopoldo, dove c’è un ragazzo italiano che mi conosce.

Il vantaggio di avere a che fare con questi commercianti è che li puoi conoscere personalmente, e che poiché ti considerano un ottimo cliente, spesso ti fanno sapere quali sono le offerte migliori. Spesso ti diranno anche quali sono i cibi della miglior qualità che arrivano ogni settimana.

Scoprendo il paradiso dei crudisti

Per molti anni ho avuto a che fare solo con le risorse sopra menzionate. Andavo dai distributori di cibo biologico, compravo le mie cassette di frutta e verdura bio, poi andavo al mercato all’ingrosso a comprare altre cassette di frutta non biologica, e infine facevo una sosta al negozio classico salutista per comprare quelle poche cose che non riuscivo a trovare altrove.

Scoprii però un altro tipo di distributori.

Con il diffondersi dei cibi biologici, molti distributori di cibi convenzionali adesso hanno a disposizione anche frutta e verdura bio. Sono grossi supermercati che hanno i loro canali di distribuzione.

Questo fu per me il tassello mancante… Il posto in cui molti ristoranti e negozi acquistano i loro prodotti.

A Montreal c’è un’area chiamata “Mercato Centrale”, che non è il mercato all’ingrosso, ma è comunque un posto dove ci sono tanti distributori.

Quello che ho scoperto è che potevo tranquillamente entrare in uno di questi supermercati e comprare tutto il cibo che volevo, senza nemmeno avere una partita iva o un conto aperto con loro.

I prezzi sono più bassi rispetto ai distributori bio e ai grossisti che vendono a cassette. Ad esempio, qui le cassette di banane biologiche costano 20 €, mentre i distributori bio le fanno a 25 €.

Per trovare questi distributori nella tua zona il processo è lo stesso, chiedi in giro o cerca nelle pagine gialle.

Seguendo questi semplici trucchi sarai in grado facilmente di risparmiare sul tuo conto almeno il 30%, accedendo al cibo più fresco e migliore che tu possa immaginare.

 

Comments

commenti

Iscriviti e Ricevi Omaggi e Nuovi Articoli

crudo e salute omaggi

Grazie! Controlla la tua email!

LASCIA LA TUA EMAIL

Ricevi i 10 Errori Insospettabili nella Dieta Crudista

Grazie! Il PDF è in arrivo, controlla la tua email.

Share This