principio di pareto
Il principio di Pareto afferma che solo il 20% delle azioni produce l’80% dei risultati

La Salute e l’Immenso Valore della Legge di Pareto

Se mi chiedi cosa rende la mia filosofia sulla salute diversa da quella di altri autori, non ti dirò mai che ho scoperto teorie rivoluzionarie sull’alimentazione o che ho creato il programma “migliore in assoluto”.

Potrei dirti però che ciò che mi differenzia dagli altri è la mia incessante attenzione su ciò che è essenziale ed il mio impegno nello sfatare teorie e terapie sulla salute non necessarie e non provate.

Questo deriva dal mio passato di studio con l’igienista naturale Albert Mosseri. Qui trovi l’intervista (con video).

Albert non ha mai menzionato la “legge 80-20”, anche se è proprio il centro del suo studio.

Il Principio di Pareto

La legge 80-20 fu scoperta da un economista italiano dei primi del ‘900, Vilfredo Pareto.

Pareto aveva osservato che il 20% della popolazione possedeva l’80% del territorio italiano.

Esaminando il suo giardino notò che il 20% dei baccelli di pisello del suo raccolto conteneva l’80% dei piselli.

Queste osservazioni portano a ciò che conosciamo come la regola 80-20, o “la legge del valore della scarsità”.

Osserviamo che in maniera molto distorta e sproporzionata, la maggior parte dei nostri risultati (80% o più) deriva da appena il 20% delle nostre azioni.

La maggior parte delle persone trascorre troppo tempo sull’80%.

Passiamo il 95% del nostro tempo in cose che hanno un impatto molto minore sul risultato che stiamo cercando.

Anche se questo è discutibile, direi che la maggior parte delle preoccupazioni delle persone attente alla salute rientrano nella categoria dei “meno significativi” quando si tratta di ottenere risultati concreti.

In altre parole, passano troppo tempo sull’80% e non abbastanza tempo per ottenere il 20% del risultato.

Le persone mi fanno domande come:

  • Cosa pensi sia meglio, osmosi inversa o acqua distillata?
  • Dovrei investire in un sistema per creare acqua Kangen?
  • Ho sentito che le papaie delle Hawaii sono geneticamente modificate. Dovrei preoccuparmi?
  • Cosa ne pensi delle saune a infrarossi?
  • C’è un nuovo tipo di frullatore che dovrebbe estrarre più nutrienti, cosa ne pensi?

Non sto dicendo che queste domande non siano valide, o che non dovremmo preoccuparci di cose che possono potenzialmente danneggiare o migliorare la nostra salute.

Ma nel grande disegno che riguarda il tuo benessere, non puoi controllare tutto.

E alla fine, solo poche cose che fai per la tua salute avranno davvero importanza e ti salveranno dalle malattie degenerative.

Concentra la tua energia sulle cose che contano di più e non preoccuparti così tanto del resto.

Nel mio prossimo articolo parlerò del 20% delle azioni che contano.

In altre parole: dove dovremmo porre la nostra attenzione.

Aspetti Poco Significativi per la Salute

Quali sono gli aspetti insignificanti della vita salutare che le persone trascorrono troppo tempo a discutere, praticare, controllare o preoccuparsi?

(esistono teorie altamente controverse ma non provate negli ambienti della salute naturale)

Vediamo alcuni esempi:

  • Mangiare esclusivamente prodotti coltivati ​​biologicamente
  • Il miglior tipo di acqua da bere (quando si ha già accesso ad acqua potabile)
  • Esercizio fisico per più di un’ora al giorno
  • Evitare le radiazioni di internet e cellulari
  • Campi elettromagnetici
  • Usare ingredienti biologici quando si preparano ricette di cibi poco salutari (zucchero biologico contro lo zucchero normale in una torta, per esempio)
  • Indossare abiti provenienti da agricoltura biologica
  • Saune
  • Teorie complottiste
  • Trasferirsi in un altro paese con un clima più piacevole
  • Camminare a piedi nudi sull’erba all’alba
  • Mangiare argilla
  • Bere succo di erba grano, senza cambiare il resto della dieta
  • Rimozione di otturazioni al mercurio
  • Orecchini
  • Pulizia del colon
  • Urino-terapia
  • Mangiare secondo un sistema che ti classifica in un tipo particolare (ayurvedico, medicina cinese, gruppo sanguigno o altro)
  • Nutrirsi di miscele di verdure in polvere consumate come frullati
  • Nutrirsi di erbe “selvatiche”
  • Discutere che tipo di sale mangiare (invece di cercare di eliminare o ridurre il sale dalla dieta)
  • Bere due litri di acqua al giorno
  • Evitare completamente lo shampoo o il sapone
  • Docce fredde
  • Enzimi supplementari
  • Mangiare al 100% crudo
  • Avere paura del fluoro nell’acqua del rubinetto
  • Che tipo di frullatore usare
  • Consumare la curcuma ogni giorno
  • Effettuare uno studio eccessivo su integratori e supercibi

Personalmente, non passo il tempo a preoccuparmi di tutto questo.

Non è che non puoi farlo, ma penso che i benefici siano marginali o realmente non ne valga la pena.

Ci sono casi in cui la cura, o l’eccessiva attenzione è peggiore della malattia.

La rimozione del mercurio nelle otturazioni, può portare alla fuori uscita di materiale tossico. Ecco perché ho scelto personalmente di mantenere le poche otturazioni di mercurio che ho.

Tante persone si preoccupano eccessivamente di cose che in questo scenario risultano a mio personale avviso superficiali, o non utili per il “Grande Disegno”, come ad esempio la rimozione del fluoro dall’acqua, o il controllo dei trattamenti delle acque nelle aree locali.

Se si approfondisce meglio la nostra ricerca ad esempio, non c’è molta scienza “concreta” per sostenere le affermazioni degli attivisti anti-fluoruro che collegano il fluoro a una serie di malattie, come il cancro.

È tutta una questione di prospettiva. Ho scoperto che, nel complesso, la maggior parte delle persone si preoccupa di piccoli dettagli senza cogliere il vero valore del quadro generale.

Resta sintonizzato nei prossimi giorni uscirà un articolo per scoprire il vero valore del 20%, ovvero a cosa dare davvero importanza.

 

Comments

commenti

Iscriviti e Ricevi Omaggi e Nuovi Articoli

crudo e salute omaggi

Grazie! Controlla la tua email!

LASCIA LA TUA EMAIL

Ricevi i 10 Errori Insospettabili nella Dieta Crudista

Grazie! Il PDF è in arrivo, controlla la tua email.

Share This