Non siamo dipendenti dallo zucchero. 

Siamo dipendenti dalla combinazione di zucchero e grassi (con una preferenza per i grassi).

In un recente webinar, il Dr. John McDougall, che non è noto per i suoi toni moderati, ha detto alcune cose sullo zucchero che potrebbero scioccare coloro che pensano che lo zucchero bianco sia puro veleno e il principale colpevole dell’epidemia di obesità che sembra proliferare ovunque.

Ecco cosa dice:

“Voglio mostrarti un po’ di verità, smentita dall’industria, anni fa. VERITÀ.  Ogni parola, ogni immagine di quello che ti mostrerò in questo video è vera. Alla fine dirai anche tu: “Oh mio Dio, non ci posso credere! “

Dice questo, continuando a recitare un vecchio spot televisivo per la Coca-Cola degli anni ’60, con una casalinga magra che fa valere i benefici per la salute del bere una coca.

Nella clip, dice:

  • “Non ci sono preoccupazioni per la vita con la coca cola, sai.”
  • “Questa bottiglietta non ha più calorie di mezzo pompelmo” (la bottiglia è la bottiglia di vetro più piccola e più vecchia).
  • “È così soddisfacente; mi impedisce di mangiare qualcos’altro che potrebbe davvero aggiungere quei chili di troppo. ”
  • “La coca cola è povera di calorie.”

Nel resto del video, il Dr. McDougall spiega perché la maggior parte delle persone oggi la pensa diversamente e perché, in realtà, queste affermazioni sono effettivamente corrette. Non raccomanda di bere coca-cola ma conferma che:

  • Lo zucchero soddisfa l’appetito.
  • Il grasso si trasforma più facilmente in grasso corporeo.
  • Le calorie in eccesso dello zucchero non vengono convertite facilmente in grasso corporeo.

I carboidrati e lo zucchero soddisfano la fame. Quando mangi zucchero, questo ti impedisce di mangiare qualcos’altro che potrebbe davvero “aggiungere quei chili di troppo”.

Quindi critica il movimento SOS free (Salt, Oil, Sugar), che nella stessa sigla condanna sale, olio e zucchero come se fossero uguali.

McDougall conclude che lo zucchero non dovrebbe essere una delle preoccupazioni principali, come è stato scoperto e che va bene aggiungere un po’ di zucchero bianco alla farina d’avena se la dieta è sana e povera di grassi.

Lo zucchero non è la radice di tutti i mali

Sono più o meno d’accordo con McDougall su tutti i punti che ha sollevato, ad eccezione di quello sullo zucchero che non si trasforma rapidamente in grasso corporeo. In un certo senso, ha ragione a dirlo, ma alla fine, poco importa se lo zucchero viene facilmente o meno convertito chimicamente in grasso corporeo, perché è tutta una questione di calorie.

Ad esempio, sappiamo che l’alcol non si converte facilmente in grasso corporeo. Tuttavia, le calorie dell’alcool sono energia rapida per il corpo che verrà bruciato per primo. Quindi l’alcool porta ad un aumento di peso perché i cibi che mangi vengono immagazzinati nel grasso corporeo in modo più efficiente, poiché il corpo brucia prima l’alcol e poi finisce con un surplus di energia.

Tuttavia, McDougall ha ragione nel fatto che non è lo zucchero “il cattivo”.

Gli americani e altri stati non sono in sovrappeso perché consumano troppo zucchero. La crisi dell’obesità è il risultato di una sovrabbondanza di ciò che gli scienziati chiamano “alimenti altamente appetibili” – alimenti ricchi di energia e generalmente contenenti una combinazione di zucchero, grassi e sale. La crisi dell’obesità è causata dal consumo complessivo di troppe calorie e non solo dallo zucchero. Il consumo di grassi e di oli è aumentato, così come il consumo di zucchero è in aumento.

Anche qui c’è un articolo dove ne parlo.

Mangiamo tutto troppo, ma più specificamente, mangiamo cibi che fanno impazzire i nostri cervelli perché sono semplicemente troppo concentrati di energia, contenente la famigerata combinazione di zucchero, grassi e sale.

Cibi ad alto contenuto calorico, ricchi di zucchero bianco, ma soprattutto grassi. Una pessima combinazione

Quando le persone dicono di mangiare “troppo zucchero”, menzionano barrette di cioccolato, gelati, biscotti e forse cole. Ma ad eccezione della coca cola, tutti questi alimenti contengono la maggior parte delle loro calorie nei grassi. Senza il grasso, mangiare zucchero da solo non è attraente e alla fine “rovina l’appetito”.

Sì, alcune persone bevono troppa coca cola e di conseguenza diventano estremamente sovrappeso. Ma se analizzi attentamente la loro dieta, scoprirai che mangiano troppo in generale (grassi e zuccheri).

E no, non è perché le persone aggiungono un cucchiaino di zucchero nel caffè o perché mangiano frutta che diventano sovrappeso e sviluppano la sindrome metabolica.

Le calorie da grassi e zuccheri non sono le stesse

Gary Taubes è un famoso esempio di un illuso sostenitore di diete a basso contenuto di carboidrati che si aggrappa disperatamente alla teoria secondo cui le calorie dallo zucchero (rispetto ai grassi e ad altre fonti) sono in qualche modo le uniche a cui attribuire la responsabilità nella crisi dell’obesità.

Taubes afferma che a causa di una cospirazione guidata da “Big Sugar”, l’attuale scienza nutrizionale non è corretta nel sostenere che le calorie sono calorie, non importa quale sia la fonte. Per lui, la causa dell’obesità è lo zucchero, che porta a picchi di insulina, che porta ad un aumento della conservazione dei grassi.

Con il Dr. Peter Attia, Taubes, ha fondato un istituto di ricerca nutrizionale e finora i suoi tentativi di dimostrare le sue teorie sono stati un fallimento.

Ma Taubes non è un serio ricercatore. È invece un giornalista che ha guadagnato milioni di dollari per le sue idee contrarie e che naturalmente sostiene la tipica dieta a basso contenuto di carboidrati a base di uova e pancetta a colazione, tonno e insalata a pranzo e carne e verdure a cena. Più o meno, esattamente ciò che la maggior parte dei libri dietetici ha sostenuto per oltre 150 anni.

Un ricercatore un po’ più serio è il dottor Stephan Guyenet, che ha rivisto la letteratura medica per anni e ha scritto ampiamente sulle controversie dietetiche sul suo blog.

Il dott. Guyenet conclude che:

“Penso che ora sia relativamente sicuro affermare che, in senso generale, pari calorie da grassi e carboidrati hanno effetti simili sul dispendio energetico e sul grasso corporeo, con un possibile piccolo “vantaggio metabolico” per le diete ad alto contenuto di carboidrati. Ciò non implica molto sull’efficacia delle diete povere di grassi e di carboidrati perché non tiene conto dell’apporto calorico di mangiare di tutto senza pensarci, ma è rilevante per alcune teorie popolari su come funzionano queste diete. Il risultato è che non dovresti alterare il rapporto carboidrati-grassi della tua dieta per fare magie sul tuo metabolismo, ma piuttosto dovresti scegliere una dieta che controlli l’apporto calorico in modo efficace e sostenibile. “

In altre parole: non c’è nulla di particolarmente cattivo nelle calorie dello zucchero o particolarmente buono nelle calorie nei grassi. Entrambi sono usati ugualmente bene dal corpo e possono portare ad un aumento di peso.

Se desideri saperne di più sulla ricerca del Dr. Guyenet, puoi iniziare con questo articolo e quest’altro.

Quanto zucchero possiamo mangiare in sicurezza?

Lo zucchero bianco non è un alimento salutare, ma non è nemmeno il demonio che è stato dichiarato essere. E’ certo che, mangiare molto zucchero bianco in aggiunta a una dieta ipercalorica ti farà aumentare di peso.

Ma un po’ di zucchero raffinato ogni tanto non ti farà male se hai ben chiara la faccenda.

La gente mangia fuori in un ristorante tailandese e si preoccupa per un cucchiaino o due di zucchero nel loro Pad Thai, senza pensare ai quattro o cinque cucchiai di olio vegetale usati per friggere il tutto! Lo zucchero ammonta a forse 30-40 calorie, mentre l’olio è almeno 400-500.

Alcune persone bevono coca cola tutto il giorno per gli zuccheri, ma se non fosse per la presenza di caffeina, ne sarebbero probabilmente molto meno dipendenti.

Alcune persone sono più sensibili all’assunzione di zucchero, segnalando “oscillazioni di zucchero nel sangue” ogni volta che mangiano qualcosa di dolce e spesso sperimentano gli effetti della bassa sensibilità all’insulina. Ma una dieta molto ricca di grassi è spesso la causa nascosta della ridotta sensibilità insulinica.


Comments

commenti

Iscriviti e Ricevi Omaggi e Nuovi Articoli

crudo e salute omaggi

Grazie! Controlla la tua email!

LASCIA LA TUA EMAIL

Ricevi i 10 Errori Insospettabili nella Dieta Crudista

Grazie! Il PDF è in arrivo, controlla la tua email.

Share This