Spesso tendiamo a pensare che cibi come frutta e verdura fresca siano sani e perfetti di per sé… il cibo che mangiamo, però, spesso non è così “perfetto”, specie se non proviene dal nostro orto o frutteto! Per evitare contaminazioni batteriche, parassiti e ingestione di pesticidi, perciò, dovremmo fare attenzione all’igiene in cucina.

Questo è particolarmente importante per chi comincia a mangiare crudo. Dato che siamo abituati a vivere per lo più in un mondo igienizzato, mangiando cibi cotti, il nostro corpo potrebbe incontrare qualche problema nel passaggio al cibo crudo, che se non è ben lavato può esporci a parassiti, batteri e altri microorganismi.

Dopo un certo periodo di tempo (ad es. un anno) di alimentazione crudista, il corpo è già più forte e riesce a fronteggiare meglio i piccoli parassiti e microorganismi che possono essere presenti sulla superficie dei cibi crudi. Tuttavia, i parassiti non sono un problema sconosciuto nemmeno tra i vegetariani e i crudisti di vecchia data.

Ecco quindi alcune linee-guida:

 

1) Lava bene il cibo che mangi, anche se biologico.

lavare verdura per via dei parassitiPoiché spesso su  frutta e verdura rimangono dei residui di terra, è bene lavarle accuratamente. Non possiamo sapere esattamente quali metodi vengano utilizzati nemmeno dai coltivatori biologici.

I residui di terra possono contenere batteri, parassiti e altri microorganismi, oltre a muffe che possono essersi sviluppate durante il trasporto e la conservazione dei prodotti. Per lavarli via, sciacqua bene frutta e verdura sotto l’acqua corrente e strofinane la superficie con una spazzola.
 

2) Se non è biologico, sbuccialo e/o lavalo con un prodotto o apparecchio apposito.

Se la frutta e la verdura non sono biologiche, lavarle con sola acqua può non essere sufficiente.

Diventa allora importante trovare un metodo efficace per rimuovere batteri e pesticidi dal cibo che mangi. A questo scopo, puoi utilizzare vari prodotti (naturali) come bicarbonato, sale, aceto, limone, una loro combinazione, oppure un apparecchio casalingo a ozono per sterilizzare frutta e verdura.
 

3) Lavalo, anche se lo sbucci.

I frutti come mango, avocado, melone e anguria dovrebbero essere lavati anche se poi vengono sbucciati.

Sulla loro superficie potrebbero essere presenti microorganismi e parassiti, che passano facilmente sulla polpa del frutto quando lo tagli con un coltello.

E’ consigliabile perciò lavarli sempre, spazzolandoli delicatamente sotto l’acqua corrente, anche per rimuovere eventuali residui di pesticidi presenti.
 

4) Lava sempre l’insalata, anche quella confezionata

Un comodo modo per farlo è usare la centrifuga, che si può mettere sotto l’acqua corrente e svuotare più volte, per lavare bene l’insalata (si può sfruttare anche il cestello girevole, facendolo girare con le mani mentre l’acqua scorre).
 

5) Pela le carote e gli altri ortaggi-radice

E’ molto probabile che parassiti e microorganismi siano presenti sulla superficie degli ortaggi-radice. Ecco perché è bene pelarli o almeno spazzolarli bene sotto l’acqua corrente prima di mangiarli o di utilizzarli per preparare un succo.

 

6) Lava i germogli

Anche i germogli, come quelli di alfalfa, dovrebbero essere lavati prima del consumo, a meno che non siano autoprodotti.
 

7) Trova un fornitore affidabile per la frutta essiccata, e conservala nel frigorifero

La frutta essiccata è spesso contaminata da muffe e qualche volta da parassiti. Comprala solo da fornitori sicuri, assicurandoti che non sia rimasta mesi sugli scaffali prima di essere venduta. Dopo l’acquisto, conservala in frigo.
 

8) Evita le olive, a meno che non provengano da fonti sicure e pulite

Le olive essiccate e in vasetto sono tra i cibi che contengono il più alto numero di muffe. Per questa ragione, acquistale solo da fonti sicure.
 

9) Fai attenzione all’acqua in bottiglia

Se non sei sicuro di quando è stata aperta la bottiglia d’acqua da cui ti servi, puoi aggiungere qualche goccia di estratto di semi di pompelmo, per contrastare lo sviluppo microbico che può verificarsi alcuni giorni dopo l’apertura.
 

10) Pulisci regolarmente la spazzola che usi per lavare le verdure

La spazzola che usi per lavare la frutta e la verdura può a sua volta diventare un ricettacolo di microorganismi, se non la pulisci regolarmente. Puoi disinfettarla usando qualche goccia di estratto di semi di pompelmo diluita nell’acqua (oppure utilizzando uno sterilizzatore a ozono, se lo possiedi).

 

Comments

commenti

Iscriviti e Ricevi Omaggi e Nuovi Articoli

crudo e salute omaggi

Grazie! Controlla la tua email!

LASCIA LA TUA EMAIL

Ricevi i 10 Errori Insospettabili nella Dieta Crudista

Grazie! Il PDF è in arrivo, controlla la tua email.

Share This