Come fare delle corrette combinazioni alimentari senza complicarci inutilmente la vita? Ecco una versione super semplificata delle regole per assicurarci una buona digestione e assimilazione dei cibi.

di Frederic Patenaude*

combinazioni alimentari semplici

Quando aggiungo del sedano ad un frullato di frutta, o delle arance ad un’insalata, le persone mi dicono “Aspetta… questo non va contro le combinazioni alimentari?”

Perciò, parliamo delle combinazioni alimentari.

La maggior parte delle teorie sulla combinazione dei cibi è attribuibile al dr. Herbert Shelton. Nel suo libro “La facile combinazione degli alimenti”, egli descrive le sue regole per la combinazione degli alimenti basandosi sull’esperienza alla sua clinica di digiuno con persone molto malate.

Molte delle sue regole sono state male interpretate. Per il resto, raramente egli ha dato spiegazioni, al di là della sua personale esperienza.

Non ci sono davvero delle “regole” per combinare i cibi. Devi semplicemente prestare attenzione alla tua digestione.

Ecco comunque alcuni principi che tendono a migliorare la digestione della maggior parte delle persone:

 

1) Non associare zuccheri e grassi (in grandi quantità)

La principale associazione da evitare è quella di grassi e zuccheri. Si intende qualsiasi tipo di zuccheri, ad esempio frutta, datteri, zucchero bianco, o altre cose dolci. I grassi includono oli, avocado, noci, e qualsiasi altro tipo di alimenti grassi.

Questo perché i grassi impiegano più tempo per essere digeriti, mentre gli zuccheri tendono a essere digeriti piuttosto velocemente. Quando i due vengono mescolati assieme in quantità sufficienti, gli zuccheri fermentano. Dando il benvenuto a gas e gonfiori!

Tra le combinazioni da evitare: datteri e noci, noci e frutta essiccata, grassi aggiunti nei frullati a base di frutta (oli, frutta a guscio, ecc.), e ovviamente frutta o dolci alla fine di pasti che contengono grassi.

Tuttavia, la cosa più importante da ricordare è che la QUANTITA’ è fondamentale.

Se mangi qualche mandorla con un po’ di uvetta, non avrai problemi. Se invece ne mangi un’intera confezione, vai in cerca di guai.

Lo stesso per quanto riguarda la frutta nelle insalate: va bene aggiungere qualche frutto acido, come bacche o agrumi, anche se l’insalata contiene avocado. Ma non versarci sopra mezza bottiglia di olio d’oliva!

 

2) Evita di associare zuccheri e amidi

Si tratta di combinare amidi cotti e zuccheri, perciò questo caso chiaramente non si applica a un pasto crudista. Tra gli amidi troviamo il pane, le patate, la pasta, ecc.

Questo tipo di combinazioni può creare molto gas e fermentazione. Ecco alcuni esempi: pane all’uvetta, pasticcini, dolci, ecc.

Ma, di nuovo, tutto sta nella quantità.

 

Regole non necessarie

Ci sono diverse “regole” per quanto riguarda la combinazione dei cibi, che non sono realmente necessarie. Eccone alcune:

Meloni e angurie: non c’è ragione di evitare di associarli ad altri tipi di frutta, Puoi farlo, se vuoi, senza problemi. Lo ha detto perfino Shelton.

Frutta: diversi tipi di frutta possono essere associati senza problemi. Non c’è bisogno di mangiare assieme solo frutti appartenenti a determinate categorie.

Pomodori: anche se li consideriamo ortaggi, sono in realtà dei frutti, e possono essere mangiati assieme ad altri frutti se lo si desidera.

Le verdure a foglia verde non contano: le verdure a foglia come lattuga, sedano, spinaci e altre foglie verdi, non contano nella combinazione dei cibi, perché si combinano bene con tutto. Con la frutta così come con qualsiasi altro cibo.

 

Combinazioni alimentari semplificate

L’idea generale dietro alle combinazioni alimentari è di semplificare i pasti. Ciò significa che un pasto con cinque ingredienti sarà più facile da digerire di uno con dieci. E un pasto con due ingredienti sarà più facile da digerire di uno con cinque.

E’ più importante variare la propria dieta da un pasto all’altro, piuttosto che cercare di ottenere la varietà in un solo pasto!

Man mano che impari una dieta semplice, tendenzialmente crudista, scoprirai come questa sia davvero il miglior modo per mantenerti in salute e avere una digestione “silenziosa”. Ma, soprattutto… mangiare in questo modo è anche molto buono!

 

Comments

commenti

Iscriviti e Ricevi Omaggi e Nuovi Articoli

crudo e salute omaggi

Grazie! Controlla la tua email!

LASCIA LA TUA EMAIL

Ricevi i 10 Errori Insospettabili nella Dieta Crudista

Grazie! Il PDF è in arrivo, controlla la tua email.

Share This